“Madonna libertà” – Daniele Dionisi

0
204
3/5 (1)

AUTORE: Daniele Dionisi
TITOLO: Madonna libertà
EDITORE: Biplane
GENERE: Narrativa

TRAMA

Lucia (Luce) e Adamo Schuster (Mad) si incontrano e si innamorano da adolescenti. Sono animati dagli stessi ideali, guardano verso lo stesso orizzonte ma azzardano passi più grandi di loro. Un evento improvviso, una piccola deviazione e la loro armonia va in frantumi. Si separano. Ognuno di loro percorre la propria strada: Lucia va a Milano e diventa un’affermata giornalista, Mad invece resta a Roma e si perde. Passano venticinque anni, un messaggio in Facebook. È Mad che cerca Lucia. Cosa vuole dopo tutto questo tempo? Parla di un risarcimento e della nascita di un bambino. Ha bisogno urgentemente di incontrarla. E Lucia, cosa vuole? E’ disposta a riannodare quel filo? Questo è un romanzo le cui note hanno dell'”inconcepibile”, le cui aperture sulla vita conducono su scenari poco battuti e di cui spesso si ha timore…

Leggi le frasi che abbiamo scelto per te


RECENSIONI

“Madonna libertà” romanzo d’esordio di Daniele Dionisi ci riporta negli anni ’90 e ci fa viaggiare tra Roma e Milano, nel presente e nel passato attraverso i racconti narrati in prima persona da Lucia chiamata Luce, e le lettere di Adamo Schuster detto Mad.

Adamo e Lucia appena sedicenni, si innamorano e da quel momento lei diventa Luce non solo in senso figurato in quanto Mad che è un ragazzo ribelle, in lotta con il mondo e con suo padre, vedrà in lei il suo faro.
I due ragazzi travolti dal loro sentimento faranno scelte impegnative che li porterà a bruciare la loro adolescenza andranno a vivere insieme e da quel momento nulla sarà più uguale.
Eventi imprevisti e troppo grandi per due ragazzi travolgeranno e cambieranno per sempre le loro vite, entrambi si ritroveranno, anche se in modo differente a subire le conseguenze degli eventi e delle decisioni degli adulti.

Mad sarà travolto dal senso di colpa, il concetto di amore cambierà per entrambi, Luce se ne andrà a Milano e del loro rapporto per molto non resterà nulla, tranne i ricordi scritti in un diario a quattro mani, Lucia diviene una giornalista e Adamo che tanto odiava suo padre, anche se con motivazioni differenti, seguirà le sue orme come avvocato

Dopo venticinque anni, sarà Mad a cercare Luce con un messaggio su Facebook, i due si incontreranno e ben presto Luce si accorgerà di come quel ragazzo che aveva tanto amato è cambiato fisicamente, ma di come dentro nell’anima sia ancora tormentato e complicato.
Mad farà alla sua Luce una richiesta assurda che potrebbe stravolgere l’equilibrio che Lucia ha trovato con altro uomo, ma che potrebbe dare un futuro ad una creatura innocente.

Madonna luce è un romanzo particolare che non prevede mezze misure, o piace oppure no, la copertina è emblematica raffigura una “madonna” che tiene in braccio un uomo che sembra un bambino.
Gli elementi principali della storia sono l’amore adolescenziale che a causa degli eventi si può interrompere, si trasforma ma non svanisce, la maternità non sempre voluta, ma capitata, la rabbia verso un padre, due città, i ricordi, i nuovi amori, l’incapacità di darsi all’altro completamente, i legami interrotti e ripresi.

Lucia rappresenta la razionalità, Adamo è il bianco o nero, non conosce sfumature è un anticonformista che non riesce ad adattarsi alle richieste di un padre in cui non si riconosce, non cede ai compromessi.
Lucia per Adamo rappresenta quasi un rifugio, la persona a cui può rivolgersi perché lei è l’equilibrio che lui non possiede e che nemmeno da adulto riesce a raggiungere, non riesce a reggere le responsabilità e vive nel senso di colpa.

Lucia anche dopo tantissimi anni resta l’amore della sua vita, lei che ormai vive lontana è affermata professionalmente ed ha un nuovo amore con un uomo equilibrato, buono e comprensivo che sicuramente ama, ma a cui non riesce a darsi totalmente.
Lucia rappresenta le tante donne che se ne vanno per affermare sé stesse in nome della libertà di scegliere e dell’indipendenza, quelle donne che dopo aver vissuto il vero amore e averlo perso contro la loro volontà vanno avanti, ma mettono come una cortina che permette loro di non coinvolgersi più totalmente con l’altro.

Quella di Daniele Dionisi è una scrittura scorrevole a tratti colorita e ironica, un libro d’esordio con due personaggi in cui a tratti possiamo riconoscerci e decidere se amarli o no.

[©Gaia Micheletti per Le frasi più belle dei Libri…]

 

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.

Vota ora