“La guaritrice di Riverhex” – Sara Taccogna

0
217
4/5 (1)

AUTORE: Sara Taccogna
TITOLO: La guaritrice di Riverhex
GENERE: Romanzo storico

TRAMA

Scozia, Highlands, 1692. Aileen Sinclair si risveglia nel prato dietro al castello in cui vive, confusa e spaventata. Nel suo sogno, un uomo ha appena tentato di ucciderla. Non può immaginare che questo è solo l’inizio del tormento che la perseguiterà negli anni a venire.
La ragazza, ormai cresciuta e divenuta una guaritrice (strega, per alcuni) ha imparato a convivere con gli incubi che scuotono il suo sonno, nonostante questi si siano fatti sempre più insistenti. È proprio a causa di questi incubi e di spaventosi eventi che iniziano a scuotere la quotidianità di Aileen, che la ragazza comincerà a scavare in un passato torbido e sconosciuto.
Sarà solo grazie a Duncan e Deirdre, l’anziana donna che vive sulla collina, ai margini del villaggio di Riverhex, che Aileen cercherà di mettere assieme i pezzi di un passato distrutto dal tempo e dalle menzogne, rivelando una verità troppo terribile da immaginare e facendo emergere una rete di segreti, tradimenti, bugie e sangue che le farà mettere in discussione perfino se stessa.


RECENSIONI

Quando il sole cala e le ombre iniziano ad avvolgere il villaggio di Riverhex, l’agitazione che governa Aileen si fa più grande minuto dopo minuto. La traccia degli incubi che si ripetono ogni notte, inizia a farsi sempre più pesante e chiudere gli occhi diventa un sacrificio immane. Perché di notte Aileen rivive sempre la stessa scena: c’è un uomo che la insegue, che la picchia, la strattona per i capelli e la invade di violenze. Quando riesce ad aprire gli occhi, madida di sudore, si ritrova sempre lontano dalla sua stanza, dal suo letto. Nessuno, né sua nonna, né l’affascinante Duncan sanno tutto questo. Aileen teme che possa essere considerata pazza. In villaggio è già additata come strega, per i suoi “poteri” di guaritrice.

Ma ciò che Aileen fa è solo servirsi di ciò che la natura mette a disposizione per guarire chi ne ha bisogno. E nel villaggio non è la sola a farlo: una donna anziana, allontanata da tutti, ha la stessa vocazione di Aileen.
Ma Deirdra, la vecchia guaritrice, conosce qualcosa in più rispetto ad Aileen: lei sa cosa capita alla ragazza ogni notte.

La giovane cerca di condurre una vita ordinaria, dedicandosi ai malanni dei suoi pazienti e all’amore sempre più sfrontato per Duncan, ma gli incubi ora la assalgono anche di giorno. Vive in un eterno limbo fatto di terrore, violenza, minacce e urla e, quando al castello arriva un uomo misterioso, Aileen non ha più scampo. Non resta che conoscere la verità e affrontarla, con tutte le conseguenze.
Il dono che la ragazza ha e che deve cercare di dominare la porterà ad alzare un velo che tiene coperti anni di bugie, tradimenti, violenze e amore.

Aileen diventerà uno strumento nelle mani della verità, e i fatti che si susseguiranno, crudeli e sconcertanti, non saranno che il preludio di una scoperta in grado di travolgere l’intera esistenza della guaritrice.

“La guaritrice di Riverhex”, ambientato alla fine del 1600 in Scozia, già dalla copertina, ha l’aria di essere un libro antico, enigmatico e coinvolgente.
Avvolgerà il lettore in un’aura capace di cancellare del tutto la linea che separa la realtà dalla fantasia, il corporeo dall’astratto, la vita dalla morte.
La giovane scrittrice Sara Taccogna è riuscita, con pochi personaggi, uno stile lineare, acerbo ma pulito, a dare vita ad un racconto in grado di intrattenere (e trattenere) fino all’ultima pagina il suo lettore.

[©Martina Caruso per Le frasi più belle dei Libri…]

 

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.

Vota ora