“Per non sfiorire” – Enrico Bandini

0
213
4.75/5 (4)

AUTORE: Enrico Bandini
TITOLO: Per non sfiorire
EDITORE: Independently published
GENERE: Poesie, Racconti

TRAMA

Questa domanda dà inizio a un viaggio fatto di pensieri, poesie e riflessioni.
Dalle tenebre della prima parte (La Notte), ai barlumi di luce della seconda (Il Giorno), dal bullismo, alle difficoltà nell’accettarsi, questo libro è la fotografia di un percorso fatto di tappe, a volte dolorose, ma indispensabili per conoscere meglio noi stessi, per non lasciare che la sofferenza ci porti a odiare…
Per non sfiorire.

Leggi le frasi che abbiamo scelto per te


RECENSIONI

Il tramonto e poi la notte, le ore più buie della giornata. Così come bui e tetri sono i giorni di chi subisce violenza. Di chi è vittima di bullismo, a scuola, in una relazione, di chi è vittima di revenge porn. E non è tanto la violenza fisica, ma quella mentale.

“Si può uccidere una persona anche senza ammazzarla, ma ferendola nell’animo al punto da dissanguare la sua voglia di vivere” scrive l’autore e purtroppo è vero. Si può distruggere la sua capacità di reagire, di chiedere aiuto, di ribellarsi, di sorridere, di gioire, di sentirsi al proprio posto.

Poi però c’è l’alba, il nuovo giorno. E, quando si è fortunati, quel periodo di violenze e soprusi termina. E l’anima riacquista pian piano consistenza, finalmente si riesce ad occupare il proprio posto nel mondo. Ma le “cicatrici invisibili”, quelle non svaniscono, non vanno via. Restano lì a ricordare cosa si è passato, cosa si è attraversato.

Il libro di poesie di Enrico Bandini è composto proprio da quattro capitoli: Tramonto, Notte, Alba e Nuovo giorno.
Con un tocco leggero, nonostante l’argomento tanto, troppo, grande, riesce anche a dar voce a quelle vite che da quel buio non sono riuscite ad uscirne, che hanno deciso di chiudere gli occhi e lasciare che il dolore dell’anima le possedesse e ponesse la parola FINE alle loro vite.

Infinite volte ascoltiamo in TV parole sofisticate, frasi ben costruite per cercare di far luce su di una piaga sociale che sembra non avere fine.
Enrico Bandini lo fa, parlando direttamente all’anima di chi lo legge.
Parole in prosa che pesano come macigni, che a volte fanno più male di uno schiaffo, vere, taglienti eppure che donano speranza. Ci prendono per mano e ci fanno compiere un cammino dalle tenebre alla luce, dall’inverno alla primavera. Che ci insegnano a rifiorire. Anzi, a non sfiorire.

[©Martina Caruso per Le frasi più belle dei Libri…]

 

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.

Vota ora