“Il libro delle emozioni” – Umberto Galimberti

0
755
5/5 (1)

AUTORE: Umberto Galimberti
TITOLO: Il libro delle emozioni
EDITORE: Feltrinelli
GENERE: Emozioni

TRAMA

La mente e il cuore. Platone invita a privilegiare la mente razionale capace di governare le passioni del cuore. Ma noi non possiamo dimenticare che anche il cuore ha le sue ragioni. Anzi, prima che la mente giungesse a guidare la vita dell’uomo, per i nostri antenati la vita era governata dal cuore, che con le sue sensazioni giungeva a capire, come peraltro fanno gli animali, in modo rapido e senza riflettere, che cosa è vantaggioso e che cosa è pericoloso per il mantenimento della vita.

Il cuore promuove le azioni più rapidamente della ragione e senza troppo indugiare sul da farsi, perché il mondo non è ospitale e i pericoli, che sono a ogni passo, richiedono decisioni immediate. Le decisioni del cuore sono promosse dalle emozioni come la paura che il cuore avverte di fronte al pericolo, o come il desiderio che approda all’accoppiamento per la preservazione della specie. Tutto questo senza riflettere, perché la luce della ragione ancora non c’è. La nostra è un’epoca di spaventosa espansione della razionalità tecnica.

Da un lato, questa espansione impone la rimozione delle emozioni e dall’altro innesca una reazione di ritirata emotiva nel proprio sentimento, assunto come unica legge di vita. A questo si aggiungono la ricerca costante di visibilità e di notorietà, che trasformano le nostre emozioni in merci. Ma allora siamo ancora capaci di riconoscere che cosa sia un’emozione?

Umberto Galimberti costruisce un cammino straordinario nelle profondità del nostro vissuto e ci insegna a ritrovare il nostro spazio intimo, cioè lo spazio che si nega al pubblico per concederlo a chi si vuol fare entrare nel proprio segreto profondo e spesso ignoto a noi stessi.


RECENSIONI

Attraverso questo saggio di natura filosofica l’autore argomenta in maniera magistrale uno dei temi che da sempre affascina il genere umano: le emozioni.

Ripercorrendo le ideologie di alcuni dei più grandi filosofi del passato come Platone, Aristotele o Heidegger, infatti, offre una base storica e conoscitiva fondamentale al fine di poter comprendere appieno le numerose riflessioni che ne derivano.

Galimberti, infatti, offre uno spaccato di vita quotidiana andando a toccare vari argomenti attuali come l’utilizzo esasperato della tecnologia nei vari ambiti, compreso quello scolastico, i nativi digitali e il loro modo di vivere le emozioni, l’effetto di internet nelle nostre vite e sulle nostre relazioni. L’opera è suddivisa in cinque parti in base agli argomenti trattati; il lessico utilizzato è di facile comprensione per cui non necessita di formazione culturale particolare.

Consiglio questo libro a tutti coloro che vogliano approcciarsi a questa sfera più intima dell’animo umano e, in particolar modo, agli insegnanti che detengono un ruolo fondamentale nella vita dei giovani ragazzi che va ben oltre il voto o l’assimilazione passiva di nozioni e concetti. Un bravo insegnante è, infatti, colui che riesce a stimolare il ragazzo e a riconoscerne le peculiarità e le doti che possiede, facendo uscire il proprio talento. Buona lettura!
Voto personale 5 su 5

[©Alessia Bombino @il_segna_libro__]

 

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.

Vota ora