“Madame Bovary” – Gustave Flaubert

0
86
Nessun Voto

AUTORE: Gustave Flaubert
TITOLO: Madame Bovary
EDITORE: Feltrinelli
GENERE: Narrativa

TRAMA

La storia della signora Bovary, una povera adultera malata di sogni impossibili, che scende la scala della sua degradazione fino al suicidio, è, scriveva Garboli, solo in apparenza la storia di una vita mancata: dominata dalla fatalità, dotata di una cieca e meccanica articolazione, Emma Bovary è piuttosto il ritratto statico, marmoreo, della mancanza della vita. L’introduzione di questa edizione è a cura dello psicanalista Roberto Speziale Bagliacca che concentra la sua attenzione sulla figura di Charles Bovary, che appare un “masochista morale di alto lignaggio che, con un sadismo perfettamente camuffato, contribuisce in maniera determinante al suicidio di Emma”.


RECENSIONI

Eccoci con un grande classico francese intramontabile, che ha tenuto incollato alle pagine migliaia di lettori. Un personaggio particolare quello di Emma, da sempre grande sognatrice e amante della lettura, che cerca nella vita lo stesso trasporto vissuto nei suoi romanzi. Un personaggio scandaloso e peperino che costerà all’autore un processo in tribunale con tanto di accusa di oscenità e oltraggio alla pubblica morale. Emma rappresenta in tutto e per tutto l’autore stesso che arriverà a pronunciare la celebre frase “Madame Bovary c’est moi”: una denuncia alla borghesia e al ceto medio-alto contemporanei di Flaubert visti con gli occhi di una donna colta, sognatrice e sempre in bilico tra realtà e fantasia. Una lettura leggera, ma sicuramente portatrice di numerosi significati e messaggi fondamentali.

[©Alessia Bombino @il_segna_libro__]

 
Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.

Vota ora