“Country dark” – Chris Offutt

0
249
Nessun Voto

AUTORE: Chris Offutt
TITOLO: Country dark
TRADUTTORI: Roberto Serrai
EDITORE: Minimum Fax
GENERE: Narrativa

TRAMA

Tucker è appena tornato nel suo Kentucky dopo aver partecipato a una delle guerre più sporche e dimenticate della storia americana, quella di Corea. Ha combattuto in condizioni estreme, non ha esitato a uccidere, come se fosse la cosa più naturale al mondo, è un reduce senza medaglie e senza rimorsi. Vuole solo ricongiungersi alle terre aspre e isolate nelle quali è cresciuto, costruirsi una famiglia e vivere in pace, anche se per farlo deve lavorare alle dipendenze di un contrabbandiere di alcol. Ma quando il suo fragile equilibrio e i suoi affetti più cari vengono messi in pericolo non ha la minima titubanza: riprende in mano le armi, che sa usare come pochi, e si prepara a difendere ciò che ama nell’unico modo che conosce.

Leggi le frasi che abbiamo scelto per te


RECENSIONI

I Tucker erano delle brave persone sfortunate, come tante famiglie su quelle colline. Quando poteva li aiutava, ma sperò di essersene liberato una volta per tutte. Stargli accanto era come essere in inverno, quando non solo piove, ma il vento ti soffia pure l’acqua in faccia.
.
.
Siamo nell’Ohio, stiamo guardando dall’altra parte del fiume tutta quella terra verde e turgida che é il Kentucky, e siamo dietro le spalle di Tucker. Lui é partito all’inizio dell’estate e stava tornando in primavera, con in mezzo un inverno di guerra…
Sì, Tucker ha conosciuto la guerra e questa lo ha forgiato, uccidere per sopravvivere, dormire accanto a corpi privi di vita, soffrire la fame, la sete, il caldo, il freddo. Tucker é cresciuto così, non ha avuto la fortuna di essere protetto. Sul suo cammino incontra Rhonda. Lei, vittima di abusi, viene salvata da Tucker. Due anime nella polvere, le loro, che si riconoscono e si stringono le mani. Inizia così, in un arco temporale che va dal 1954 al 1971, un cammino di coppia e di vita ricamato con scelte dure, forti, difficili, reso arduo da eventi familiari imprevisti e imperdibili, figli, assistenti sociali… Tucker, con in bocca la sua immancabile Lucky é un uomo poetico e con profondi valori che peró nella vita non ha potuto scegliere cosa essere. Ha solo compiuto azioni per proteggere i suoi piú profondi affetti. Lo spinge la rabbia, il bisogno e infine la vendetta. Chi tocca la sua famiglia si mette contro la persona sbagliata. Un romanzo scritto benissimo, lo si legge abbandonandosi al flusso delle parole come una foglia che cade su un fiume e non si può fare altro che seguire la corrente. Letta l’ultima parola io mi sono sentita orfana…
É un gran libro.
Consigliato a chi ama il romanzo americano, a chi ama ricercare la poesia nel fango.

©Maria Elena Bianco

 
Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.

Vota ora