“Addio Kabul” – Farhad Bitani, Domenico Quirico

0
57
Nessun Voto

AUTORE: Farhad Bitani, Domenico Quirico
TITOLO: Addio Kabul
EDITORE: Neri Pozza
GENERE: Religioni

TRAMA

Nell’agosto del 2021 l’esercito degli Stati Uniti ha lasciato definitivamente Kabul dopo aver combattuto una lunghissima e sanguinosa guerra. Ora che la sconfitta è venuta, è il momento di ammetterlo: l’America, l’Occidente, sono rimasti vent’anni in Afghanistan, vi hanno condotto una guerra, scelto e gettato via alleati e governanti, distribuito denaro (150 miliardi dollari l’anno) e ucciso migliaia di persone sulla base di un’antropologia immaginaria, tutta agghindata di mediocri astuzie: una favola che dava una forma confortante ai nostri desideri poiché, al di là del folclore e della storia, non ci siamo mai veramente occupati di chi siano gli afghani; non erano infatti i loro guai la ragione per cui eravamo andati in Afghanistan. Oggi, dopo vent’anni di questa fiaba sanguinaria, ancora non sappiamo chi sono davvero i talebani che ci hanno cacciati via, sono rimasti qualcosa di inaccessibile e di oscuro: quali classi sociali rappresentano? Dove reclutano martiri e guerrieri infiniti? Perché, e in che modo, ridotti a turbe di fuggiaschi sconfitti del 2002, sono diventati la bufera che a passi di lupo ha conquistato il paese? Da questa domanda nasce il presente libro, che è un dialogo notturno tra un ex capitano dell’esercito afghano e un giornalista occidentale, ed è fatto di semplice discorrere e narrare come in un accampamento attorno al fuoco, mentre la notte incombe.


RECENSIONI

Il grande “sogno americano”: una presunzione che i Paesi occidentali hanno cercato di nascondere dietro una falsa informazione e una propaganda manipolata, al fine di trarne benefici economici unicamente per loro stessi. Per anni abbiamo assistito, infatti, a servizi giornalistici in cui si presentava un “nuovo” Afghanistan: ricchezza e prosperità, donne che partecipavano attivamente alla vita politica, libertà e pari diritti per tutti….insomma una democrazia a tutti gli effetti. Ma sapete cosa c’era di vero in tutto questo? Assolutamente nulla! Dopo vent’anni di occupazione, di distribuzione di denaro con l’unico scopo di corrompere i politici locali (circa 150 miliardi di dollari l’anno) gli americani hanno lasciato un Afghanistan allo stremo delle forze, più povero di prima e con molta rabbia da parte della popolazione, che è stata vittima di questo imbroglio. Attraverso un dialogo consapevole Quirico e Bitani ricostruiscono gli eventi che hanno reso l’Afghanistan il territorio di conflitto che tutti noi, purtroppo, conosciamo; delineando le caratteristiche e l’ideologia che muove coloro che, ad oggi, sono riusciti a cacciare gli americani, riappropriandosi del proprio Stato: i Talebani.
Voto personale 6 su 5

[©Alessia Bombino @il_segna_libro__]

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.

Vota ora