“Il mio cuore cattivo” – Wulf Dorn

0
511
4/5 (2)

AUTORE: Wulf Dorn
TITOLO: Il mio cuore cattivo
TRADUTTORE: U. Gandini
EDITORE: Corbaccio
GENERE: Thriller psicologico

TRAMA

C’è un vuoto nella memoria di Dorothea. Quella sera voleva uscire a tutti i costi ma i suoi l’avevano costretta a fare la babysitter al fratello minore mentre loro erano a teatro. Ricorda che lui non ne voleva sapere di dormire e urlava come un pazzo. Ricorda una telefonata che l’aveva sconvolta, ricorda di aver perso la testa, e poi più niente. Più niente fino agli occhi sbarrati del fratellino, senza più vita.

Leggi le frasi che abbiamo scelto per te

C’è un abisso in quel vuoto di memoria, un abisso che parole come “arresto cardiaco” non riescono a colmare. Perché la verità è che lei non ricorda cosa sia successo. Solo adesso, dopo mesi di ospedale psichiatrico, di terapie, di psicologi, ha raggiunto faticosamente un equilibrio precario. Ha cambiato casa, scuola, città: si aggrappa alla speranza di una vita normale. Ma una notte vede in giardino un ragazzo terrorizzato che le chiede aiuto e poi scompare senza lasciare traccia.

E quando, dopo qualche giorno, Dorothea scopre l’identità del ragazzo e viene a sapere che in realtà lui si sarebbe suicidato prima del loro incontro, le sembra di impazzire di nuovo. I fantasmi del passato si uniscono a quelli del presente precipitandola in un incubo atroce in cui non capisce di chi si può fidare, e in cui la sua peggiore nemica potrebbe rivelarsi proprio lei stessa…


RECENSIONI

“Il mio cuore cattivo” è un thriller psicologico carico di suspence; presenta un ritmo incalzante già dalle prime pagine, vorresti divorarlo in poco tempo (se solo una giornata fosse di 48h).

Di notte per me è stato impossibile leggerlo. Sono una fifona lo so!
Vivevo le descrizioni troppo intensamente.

Dorothea è la protagonista ed è un personaggio molto interessante, è tenace, particolare non affatto trascurabile, perché può essere la chiave della sua salvezza.

Alcuni la giudicano “pazza”, lei ammette di avere un problema, sa di avere bisogno dei consigli delle persone che ama, ma sa anche che deve fermarsi e ascoltarsi, e che nessuno può salvarla se non lei stessa.

Doro (come lei vuol essere chiamata) ha una capacità straordinaria di affrontare i suoi spaventi.
Non si fossilizza sul problema, nonostante tenda a paralizzarsi davanti alle sue allucinazioni, cerca, di paura in paura, di crescere e trovare una soluzione definitiva.

È la prima volta che leggo un libro di Wulf Dorn e sono sicura che lo risceglierò.

Per anni ha lavorato come logopedista con pazienti psichiatrici; infatti ha il giusto approccio verso determinati argomenti.

Scoprirai di cosa parlo leggendolo…

©AnnaR Le frasi più belle dei Libri…

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.

Vota ora