“Lena e la tempesta” – Alessia Gazzola

0
34
Lena e la tempesta

AUTORE: Alessia Gazzola
TITOLO: Lena e la tempesta
EDITORE: Garzanti
DATA USCITA: 06/05/2019
GENERE: Narrativa

TRAMA – Lena e la tempesta

Si dice che ciascuno di noi, nel corso della propria vita, accumuli in media tredici segreti. Di questi, solo cinque sono davvero inconfessabili.

Lena ne ha soltanto uno, ma si fa sentire dentro come se ne valesse mille. E per quanto si sforzi di dimenticarlo, è inevitabile per lei ripensarci mentre dal traghetto scorge l’isola di Levura, meta del suo viaggio. Levura, frastagliata e selvaggia, dove ha passato le estati indimenticabili della sua giovinezza.

Dove non ha più rimesso piede da quando aveva quindici anni. Da quando ogni cosa è cambiata. Ora suo padre le ha regalato la casa di famiglia e lei ha deciso di affittarla per dare una svolta alla sua esistenza. Perché si sente alla deriva, come una barca persa tra le onde. Perché il suo lavoro di illustratrice, che ama, è ad un vicolo cieco.

Lena non sarebbe mai voluta tornare a Levura, non sarebbe mai voluta tornare tra quelle mura. Ma è l’unica possibilità che ha. Mentre apre le finestre arrugginite e il vento che sa di mare fa muovere le tende, i momenti trascorsi dell’ultima vacanza lì riaffiorano piano piano: le chiacchierate, gli schizzi d’acqua sul viso, le passeggiate sulla spiaggia. E insieme il ricordo di quel giorno impresso a fuoco nella sua mente.

II suo progetto è quello di stare sull’isola solo qualche giorno, trovare degli affittuari e ricominciare altrove tutto quello che c’è da ricominciare. Eppure nulla va come aveva immaginato. Lena non sa che quei giorni che abbronzano il suo viso chiaro e delicato saranno per lei molto di più.

Ancora non sa che ci si può proteggere dalle emozioni con una corazza, ma c’è sempre qualcuno pronto a scalfirla, come Tommaso l’affascinante ragazzo che giorno dopo giorno la aiuterà a capire chi vuole essere davvero. Non sa che la verità ha mille sfumature. Che nulla è davvero inconfessabile perché la colpa spesso non è dove credevamo che fosse.

FRASI

I segreti, spesso, non sono che un estremo tentativo di tutelare noi stessi: lasciando libera la verità ci sentiremmo intollerabilmente esposti, sarebbe una sensazione molto simile all’addormentarsi con il portoncino di casa aperto. A volte ci imbattiamo in persone cui vi piacerebbe raccontarli per sentire quel peso condiviso, almeno per un po’, ma la nostra paura è che, una volta lasciato andare, senza quel segreto rinchiuso dentro, perderemmo una parte di noi.

_____

A volte buttando via gli oggetti speriamo di gettare via anche le emozioni, ma non funziona così.


RECENSIONI

Lena Santoruvo ha trent’anni, ama il suo lavoro di illustratrice e ha da poco ricevuto in donazione dal padre una meravigliosa casa sull’isola di Levura, la stessa in cui ha passato quasi tutte le estati della sua infanzia. 

La sua vita sembrerebbe perfetta, se non fosse che Lena ha una crepa nell’anima. 

Una di quelle che fanno scricchiolare un’intera esistenza, di quelle che ti impediscono di costruire qualsiasi altra cosa perché tutto sembra, inesorabilmente, in equilibrio precario. 

E questa crepa trova origine proprio su quell’isola, in una notte che Lena ha rivissuto infinite volte negli ultimi quindici anni. 

È proprio per questo che non vorrebbe metterci più piede, in quella casa. 

Quando però si rende conto che affittarla ai turisti sarebbe un buon modo per far fronte ai suoi problemi economici, Lena decide di affrontare i fantasmi del passato e si mette in viaggio per Levura. 

Sull’isola incontra Tommaso, un giovane medico milanese con cui condividere e riempire il silenzio e, forse, combattere i mostri che ognuno dei due si porta dietro.

Ma l’incontro più importante sull’isola Lena lo farà con i luoghi e le persone che da anni affollano i suoi incubi. 

Solo grazie a questi incontri, Lena scoprirà la verità sul suo passato, imparerà a dare un volto al proprio dolore e  probabilmente anche a conviverci, senza venirne sopraffatta. 

Grazie a questo nuovo personaggio, Alessia Gazzola ci presenta tutte le Lene del mondo. Con delicatezza ci consente di coglierne il dolore, i pensieri, la solitudine, il vuoto e l’infinito bisogno di Amore. 

Lena ci insegna che spesso le cose non sono come sembrano e la nostra stessa mente è in grado di ingannarci. Ci spiega come a volte la distanza non sia una scelta, come la freddezza sia spesso solo una corazza per difendersi dal mondo, dalla vita, da noi stessi. 

Grazie a Lena, possiamo toccare con mano che alcuni segreti sono e resteranno inconfessabili, ma non per questo ci definiscono. 

Oltre al dolore, alle paure e al peso dei ricordi c’è dell’altro. Altro amore, forse anche altro dolore, ma di certo altra vita. 

D’altronde, “c’è una crepa in ogni cosa. È da lì che entra la luce”. 

©Antonella Venturi

 

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.