“Prima che tu venga al mondo” – Massimo Gramellini

0
1208

AUTORE: Massimo Gramellini
TITOLO: Prima che tu venga al mondo
EDITORE: Solferino
DATA USCITA: 31/10/2019
GENERE: Raccolte giornalistiche

TRAMA – Prima che tu venga al mondo

Quando è stata l’ultima volta che avete fatto qualcosa per la prima volta? Che avete scoperto qualcosa di inaspettato e avete provato un’emozione nuova? Immaginate un uomo che, superata la soglia dei cinquant’anni, diventa padre quando ormai, in famiglia e sul lavoro, si era adagiato su una perfetta vita da figlio.

Che cosa può rompersi o scatenarsi all’improvviso? Il nuovo libro di Massimo Gramellini è il racconto di una trasformazione e di un’attesa.
Nove capitoli, uno per ogni mese di «gravidanza», che compongono una lunga lettera, emozionante e ironica, destinata a un bambino che non c’è ancora mentre si fanno i conti con un padre che non c’è più.

Una storia d’amore e di rinascita che ci ricorda come attraverso gli altri possiamo ritrovare in noi stessi infinite risorse e comprendere ciò che conta davvero. Se «la vita è un gioco e vince chi ritorna bambino», per riuscirci bisogna prima diventare adulti.

Massimo Gramellini, Prima che tu venga al mondo

prima


FRASI

Non perdere tempo a fare meglio degli altri quello che fanno già tutti. Prova a fare meglio che puoi qualcosa che non ha ancora fatto nessuno.

_____

L’unico linguaggio veramente universale sono i gesti d’amore incondizionato. Hanno un alfabeto tutto loro. Lo stesso delle favole, della musica e dei miti. Un alfabeto fatto di simboli che comunica direttamente con il cuore.

_____

Quando la vita e la morte si accostano fino a toccarsi, si smette di pensare e si comincia a sentire. L’amore, quello assoluto, senza condizioni…

_____

L’utopia è come l’orizzonte, fai due passi e si allontana di due passi, ne fai dieci e si allontana di dieci. A che cosa serve, allora? A camminare.

_____

A differenza degli adulti, i bambini sanno selezionare le bugie di cui fidarsi. Quelle a fin di bene andrebbero tutelate come patrimonio dell’umanità. E poi chissà se sono davvero bugie.

_____

L’incoscienza rimane l’unico modo per fare le cose. Anche quelle sbagliate.

_____

Immagino il Padre come una ringhiera che separa un limite e al tempo stesso protegge dal rischio di cadere. Ma la ringhiera è magica. L’amore l’arrotonda fino a trasformarla in un ponte. E le arcate di quel ponte sono i tasselli dell’eredità morale che il padre avrà trasmesso al figlio con l’esempio.

_____

I desideri sono ricordi.
Non si desiderano le cose che non abbiamo conosciuto, ma solo quelle che abbiamo perduto.

_____

La bambinitudine è lo stato di grazia che i bambini possiedono in modo inconsapevole e gli adulti si sforzano per il resto dei loro giorni di ritrovare. Non è un concetto,ma una predisposizione dell’anima alla scoperta. A vivere ogni volta come fosse la prima.

prima


RECENSIONI

Vuoi essere il primo ad inviarci la recensione di questo libro?
Scrivici a: annarita.paolicelli85@gmail.com

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.