“Il mare senza stelle” – Erin Morgenstern

0
1894

AUTORE: Erin Morgestern
TITOLO: Il mare senza stelle
TRADUTTORE: Donatella Rizzati
EDITORE: Fazi Editore
GENERE: Young Adult

TRAMA

Zachary Ezra Rawlins è uno studente del Vermont che un giorno trova un libro misterioso nascosto fra gli scaffali della biblioteca universitaria. Mentre lo sfoglia, affascinato da racconti di prigionieri disperati, collezionisti di chiavi e adepti senza nome, legge qualcosa di strano: fra quelle pagine è custodito un episodio della sua infanzia. È soltanto il primo di una lunga catena di enigmi. Una serie di indizi disseminati lungo il suo cammino – un’ape, una chiave, una spada – lo conduce a una festa in maschera a New York, poi in un club segreto e infine in un’antica libreria sotterranea.

Leggi le frasi che abbiamo scelto per te

Là sotto trova ben più di un nascondiglio per i libri: ci sono città disperse e mari sterminati, amanti che fanno scivolare messaggi sotto le porte e attraverso il tempo, storie bisbigliate da ombre. C’è chi ha sacrificato tutto per proteggere questo regno ormai dimenticato, trattenendo sguardi e parole per preservare questo prezioso archivio, e chi invece mira alla sua distruzione. Insieme a Mirabel, un’impetuosa pittrice dai capelli rosa, e Dorian, un ragazzo attraente e raffinato, Zachary compie un viaggio in questo mondo magico, attraverso miti, favole e leggende, alla ricerca della verità sul misterioso libro. Ma scoprirà molto di più.


RECENSIONI

Lanciate la vostra immaginazione oltre ogni confine umano mai concepito: lì – e ben oltre – troverete la vostra baia sul “Mare senza Stelle”, dove ogni storia nasce e dove, prima o poi, tutte ritornano.

Dalla prima fino all’ultima pagina ho respirato aria di mistero e magia, ma non la magia di cui siamo abituati a leggere! La magia di mondi sotterranei (più vai giù, più ne troverai), di infinite storie dentro ad una che le raccoglie e collega tutte, di Tempo e Fato, di pirati e principesse… E se, tra questi personaggi, trovaste in un libro anche la vostra, di storia? Io mi sono ritrovata pienamente immersa in questo mondo meraviglioso e ho sofferto perché “è soltanto un libro”. O no?! Erin Morgenstern mi ha fatto seriamente dubitare delle mie certezze sul mondo reale, creandone uno fatato, per niente irreale: è stato fin troppo facile credere alla sua magia, affezionarmi a Zac, Mirabel, Dorian… viaggiare con loro, aprire porte per nuovi mondi, senza sapere a cosa tutti andassimo in contro.

Questo continuo aprire e chiudere porte, doverne scegliere una tra tante, mi ha fatto molto riflettere: ho sempre pensato che la storia di ognuno di noi sia già da tempo stata scritta (io Lo chiamo Dio, qualcuno, invece, destino), ma poche volte sono stata altrettanto convinta che parte significativa della mia storia la devo scrivere io, con le mie scelte, e devo cercare e trovare il coraggio di affrontare i mondi dietro le porte che apro.

Per la prima volta dopo anni mi sono ritrovata a dover centellinare le pagine, per non divorarle in un’unica volta e per far durare il più a lungo possibile questo mio (nostro!) viaggio!

Non so come sia possibile l’esistenza al mondo di una mente capace di concepire una leggenda come questa: è vero, ci sono molti richiami al mondo di Alice nel Paese delle Meraviglie e al mondo di Narnia (non celati, ma espliciti), ma l’originalità e il livello di attenzione tenuto sempre al massimo per ben 620 pagine, il non far MAI intuire neanche lontanamente cosa sarebbe successo a fine pagina sono i punti vincenti de “Il Mare Senza Stelle”.

Non riesco davvero a trovare una singola pecca: ho amato persino la scelta dei nomi dei personaggi, le loro caratteristiche fisiche, pochi ma significanti dettagli che hanno fatto sì che li avessi subito davanti agli occhi, come se fossero persone veramente incontrate nella mia quotidianità.

Vorrei poter pensare che la storia non sia finita qui, che sia possibile una trasposizione cinematografica, o, per osare, un seguito. Nel frattempo mi toccherà rileggere nuovamente “Il Mare Senza Stelle”: c’è talmente tanta simbologia all’interno, talmente tanti particolari, che credo ne scoprirò di nuovi ad ogni rilettura.

Ce n’è uno, nello specifico, a cui non smetto di pensare da quando ho terminato la lettura. Spesso in varie storie si ricorre ad un “brindisi” insolito: AL CERCARE; AL TROVARE.
Credo che diventerà il mio motto, il brindisi per la restante parte del mio 2020 e per tutti gli anni a seguire.

Salpate per “Il Mare Senza Stelle”: e buona avventura!

Ps. Consiglio, durante la lettura, l’ascolto della Playlist di Fazi Editore “Il Mare Senza Stelle” su Spotify!

[©Eleonora Nicolosi]

 

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.