“La ragazza dei colori” – Cristina Caboni

0
927
la ragazza

AUTORE: Cristina Caboni
TITOLO: La ragazza dei colori
EDITORE: Garzanti
DATA USCITA: 30/09/2021
GENERE: Narrativa

TRAMA – La ragazza dei colori

Il blu del cielo regala allegria, il verde dei prati conforto. Stella ci credeva davvero. Credeva davvero che i colori avessero il potere di cambiare le emozioni e la vita delle persone. Ma per lei non è più così. E si sente perduta.

Fino al giorno in cui, nella casa dell’anziana prozia Letizia, trova una valigia in cui sono custoditi dei disegni. I tratti sono semplici, infantili, ma l’impatto visivo è potente.

Il giallo, il rosso e il celeste sono vivi, come scintille pronte a volar via dalla carta. Stella ha quasi paura a guardarli.

Perché, per la prima volta dopo tanto tempo, i colori non sono più solo sfumature di tempera, ma sensazioni, racconti, parole. Stella deve scoprire chi li ha realizzati, solo allora tutto tornerà come prima.

Ma Letizia, l’unica che può darle delle risposte, si chiude in un ostinato silenzio.

Continuandole sue ricerche, però, Stella scopre un episodio che affonda le sue radici nel periodo più difficile della storia nazionale, quando poveri innocenti rischiavano la vita solo a causa della loro origine.

Quando la solidarietà di un intero paese riuscì ad avere la meglio sull’orrore, salvando la vita a centinaia di bambini ebrei.

Quello che Stella non poteva immaginare è il senso di colpa che quei disegni hanno celato per decenni. Un senso di colpa che grava come un macigno sulle spalle di Letizia.

Spetta a lei ricostruire cosa è successo davvero. Perché Stella ha imparato che il buio non dura per sempre e che il sole splende ogni giorno più forte che mai.

La ragazza dei colori

FRASI

…i sogni dovevano essere esattamente così: immensi.

_____
Cristina Caboni, La ragazza dei colori

…non c’era nulla che favorisse il perdono quanto la consapevolezza di aver commesso a propria volta una mancanza.

_____

I problemi d’altronde erano solo intoppi in cerca di una soluzione.

_____

Molte volte la bellezza è data proprio dal contrasto.

_____

…sai cosa c’è di bello quando si perde qualcosa […]?
Si cambia. La perdita è “ouverture” del cambiamento.

Cristina Caboni, La ragazza dei colori

la ragazza

_____

Ho un vuoto dentro. Non mi basta l’aria, non c’è riposo, né cibo sufficiente a colmarlo. E’ assenza. Pura e semplice mancanza.

_____

Una leggera nebbia aleggiava sui campi circostanti. Un confine o un passaggio. Dipendeva da quello che si andava cercando.

_____

Domani. La parola che più di tutte regala speranza.

_____

Vedi, possiamo essere adulti anagraficamente, ma non per questo lo siamo per davvero. Mi portavo dietro… cose. Un disegno, un’immagine della perfezione, di quello che volevo per me. Una cosa che però non c’entrava nulla con la vita, né con me.

Cristina Caboni, La ragazza dei colori

la ragazza

_____

È strano, ma spesso comprendiamo le cose solo dopo che sono accadute. O meglio, i risultati diventano accettabili sulla lunga distanza. Se non proprio soddisfacenti. Credo sia un modo che le persone hanno per dare senso a ciò che invece non ne avrebbe affatto.

_____

Il dolore è negazione. Se lo lasci dilagare si prenderà tutto e poi non resterà nulla. Si può contrastare solo con il bene, con la gioia. È come il colore bianco: diluisce, esalta e il bene deve essere così, meravigliosamente efficace.

_____

Lei avrebbe scelto di restare ancora, in realtà, ma era un genere di cosa che non si poteva pretendere, la compagnia. Poteva essere donata.

Cristina Caboni, La ragazza dei colori

la ragazza

_____

Risero insieme perchè erano felici e non c’era bisogno di altro per ritrovarsi. La loro amicizia era ancora tutta lì, sotto la superficie, bastava lasciare che riaffiorasse.

_____

La franchezza fa paura, non lo sapevi?

_____

Volevo sapere cosa si prova a lasciarsi andare senza pensare alle conseguenze. Cosa si prova a vivere.

_____

Camminare mi aiuta a pensare. A lasciare andare quello che mi turba, che non mi serve.

_____

Come poteva spiegare all’amica la sua necessità di guardare il cielo? Il desiderio di perdersi in qualcosa di indefinibile, privo di confini?

_____

Tu invece hai già un’idea di cosa ti piacerebbe fare in futuro?

Cristina Caboni, La ragazza dei colori

la ragazza


RECENSIONI

Vuoi essere il primo ad inviarci la recensione di questo libro?
Scrivici a: annarita.paolicelli85@gmail.com

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.