“Ovunque io sia” – Riccardo Bertoldi

Torno a prendermi

0
71
ovunque

AUTORE: Riccardo Bertoldi
TITOLO: Ovunque io sia
EDITORE: Rizzoli
DATA USCITA: 17/10/2023
GENERE: Narrativa

TRAMA – Ovunque io sia

Rebecca se lo domanda spesso, perché è una delle tante donne che ha rinunciato ai suoi sogni per inseguire l’amore e sposare Giacomo. Ma perché continuare a recitare il copione della coppia perfetta, ora che Marco, loro figlio, è cresciuto e sta per trasferirsi in un’altra città?

Perché non cercare di riacciuffare i propri desideri? Tommaso, invece, quasi trent’anni prima, aveva conosciuto proprio una Rebecca fatta di slanci e passioni, sicura di sé, che ascoltava musica metal e s’intrufolava nei bar chiusi di notte. Una Rebecca così distante dalla donna che è ora.

Il loro è stato solo un amore estivo, poi nascosto in un cassetto. Eppure… A volte non importa quanto ti sei allontanata da te stessa, quanti compromessi hai stretto con la vita e quanti rimpianti ti pesano sul cuore.

Non importa se qualche volta hai pensato che non valesse la pena di lottare per tenere viva la luce che hai dentro. Ciò che conta davvero è avere una promessa a cui aggrapparti. Un futuro da inventare. Ovunque io sia. Torno a prendermi.

Mi prometto il mare

ovunque


FRASI

Ci sono due momenti che cambiano la vita di una mamma.
Il giorno in cui mette al mondo suo figlio.
E il giorno in cui lo vede uscire di casa per andare a prendersi la vita che desidera.

Rioccardi Bertoldi, Ovunque io sia
______

Nel suo sguardo sono stata la donna che desideravo.
I suoi occhi sono stati il posto in cui mi sono perdonata.
La casa in cui ho abitato senza paure.

______

Puoi passare tantissimo tempo a farti bella, ma non sarai mai così bella come quando sei felice.

_____

Dobbiamo insegnarglielo, ai nostri figli.

Dobbiamo insegnarglielo che fallire non significa aver preso la via sbagliata, ma poter tornare sui propri passi per imboccare quella giusta.
Rioccardi Bertoldi, Ovunque io sia

ovunque


RECENSIONI

No, proprio no.
Questa volta non mi è piaciuto.
Finale scontato e ovvio fin dalle prime pagine.
L’ho trovato stracolmo di luoghi comuni sulle donne e sulla vita. Pieno di banalità, di ovvietà e di dialoghi spesso noiosi.
Lento nel suo scorrimento, l’ho percepito come un romanzo intriso di pseudo filosofia.
Indirizzato, parole dello stesso autore, alle donne mi sto ancora chiedendo il perché.
Lo so, più che una recensione è un epitaffio.
Ma si sa: De gustibus non disputandum est.

©Paola Sanna per @lefrasipiubelledeilibri

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.