Era una credenza comune che la solitudine portasse al bisogno di compagnia.

0
618

Era una credenza comune che la solitudine portasse al bisogno di compagnia.
Lupo al contrario era convinto che la solitudine richiamasse altra solitudine.
Chi sin da bambino è abituato a mangiare da solo, non si troverà mai a suo agio condividendo una tavola con altri; chi ha conosciuto per lungo tempo una casa vuota mal si adatterà alla convivenza; chi guida per conto proprio sarà scontento nel trasportare un passeggero.
Non c’era amore che reggesse. Non si trattava di sognare la venuta di una persona speciale in grado di far apprezzare, perfino anelare la condivisione della propria vita; la solitudine, semplicemente, era più forte dell’amore.

[Rebecca Panei – Il colore della neve]