“L’equilibrio delle lucciole” – Valeria Tron

0
986

FRASI

Ci sono cose che non vanno disturbate, una di queste è la gioia.
Valeria Tron, L’equilibrio delle lucciole – Salani
_____

Certe volte la vita va storta e devi ripensarla.

_____

È facile nascondere quando fai l’amore, più difficile è nascondere cosa ti fa l’amore.

_____
Quanta immaginazione serve per tenersi in equilibrio quando la vita chiede un’altra danza e tu sei piena di ruggine?

Leggi la nostra recensione

_____
E ora, su quattro zampe di frassino, faccio conto delle cose che sfuggono. Così non posso che perdermi e ritrovarmi in ogni segno che, seppur piccolo, diventa direzione e ritorno.
_____
La guerra dentro fa morta l’anima e rimane la buccia degli uomini.
Io penso che resistere sia fare pace con la tua pelle.
Ché a volte sei il nemico più sanguinante che hai.
È una battaglia che non bisogna giudicare.
_____
Per l’amore non è bello aver fretta e lo scopri solo mentre ami.
_____
Ti auguro di trovare un’anima così piena d’amore che sappia risuonare ovunque tu sia e riportarti a casa, verso le sue braccia, a dorso di una promessa.
So che è possibile solamente se avrai a cuore l’attesa.
_____
Negli ultimi mesi sono visibilmente affaticata e questo malessere si riflette sulla pelle. Sembro più vecchia di dieci anni, devo aver perso per strada molti sorrisi.

equilibrio

_____
Ché tanto l’amore, se è tempo, arriva e ti strattona finché non lo riconosci. È una borraccia inattesa in un lago di sale.
_____
«Più delle parole pesa il silenzio, più delle botte, picchia».
_____
E forse avrei dovuto ricordarlo ogni volta che ho digerito una sofferenza o taciuto un sentimento, ma non ci si pesa mai abbastanza nelle parole degli altri: sembrano sempre troppo in anticipo o troppo in ritardo, raramente così puntuali da convincerci.
_____
C’è un mistero più grande che guida le anime e le ricuce.
_____
Ci sono navi che non fanno ritorno. Si perde la vita a guardare l’orizzonte per chi non arriva.
_____
La morte è un battito che manca. La vita, un battito inatteso.
_____
«Là flour à plaièn a tuti quèlli què àn un queur». I fiori
piacciono a tutti quelli che hanno un cuore.
_____
Ciò che non sai però, è che quando si brina il cuore non basta un soffio d’aria a spolverare il ghiaccio e io sono nell’inverno di me stessa, salita apposta in quello della mia terra, per non sentirmi totalmente sola.
_____
Cinque anni e mi ritrovo con un fienile di silenzio che se va bene non c’è a terra nemmeno un bicchiere. Eppure ho buona immaginazione. Quella che rimane, appunto, è la voragine che lascia l’incuria e nutre il disamore. È la poca osservazione che rende gli uomini privi di forma e contenuti: i giorni senza storia sono vuoti, non li salva nessuno.
_____
Valeria Tron, L’equilibrio delle lucciole – Salani

“Si, Nanà, capisco. È una bella scrittura”.
“Si, era un amore grande. Hai ragione”.
(…)
Quando un uomo impara a scrivere del suo cuore, è importante per forza.

_____
Due sono gli equilibri che occorrono: quello naturale e quello intuitivo.
Il primo è la costante rigida intorno alla quale tutto muove: le stagioni, l’erba, gli uomini, i campi, e il secondo credo sia nella capacità di ricredersi per raccontare con occhi nuovi il tempo delle piccole cose..
_____
Mi duole non poter essere padrona di un solo frammento di eternità, saprei d’esser stata qui un’altra volta, esattamente dove sono ora.
Valeria Tron, L’equilibrio delle lucciole – Salani