“Gli ultimi giorni dei nostri padri” – Joël Dicker

0
628

AUTORE: Joël Dicker
TITOLO: Gli ultimi giorni dei nostri padri
EDITORE: Bompiani
TRADUTTORE: Vincenzo Vega
GENERE: Narrativa ambientazione seconda guerra mondiale

TRAMA – Gli ultimi giorni dei nostri padri

Londra, 1940. Per evitare l’annientamento dell’esercito britannico a Dunkerque, Churchill ha un’idea che cambierà il corso della guerra: creare una squadra di servizi segreti che lavori nella segretezza più assoluta, la SOE, Special Operations Executive.

La SOE è incaricata di azioni di sabotaggio e intelligence tra le linee nemiche e coinvolge persone tra la popolazione locale più insospettabile.

Il giovane Paul-Émile lascia Parigi per Londra nella speranza di unirsi alla Resistenza. Reclutato dalla SOE, è inserito in un gruppo di connazionali che diventeranno suoi compagni e amici del cuore.

Addestrati in Inghilterra, i soldati verranno rimandati nella Francia occupata e scopriranno presto che il controspionaggio tedesco è già in allerta.

Gli ultimi giorni dei nostri padri

FRASI

Il sogno permette a chiunque di sopravvivere. Chi sogna non muore mai, perché non dispera mai. Sognare significa sperare.

_____

Allora magari potrebbe abbracciarmi, come se fossi mia madre”.
“Io non posso essere tua madre: ho solo diciassette anni…”
“Al buio non si vedrà.

_____

Il coraggio non è non avere paura: è avere paura, ma riuscire a resistere.


RECENSIONI

Vuoi essere il primo ad inviarci la recensione di questo libro?
Scrivici a: annarita.paolicelli85@gmail.com

Le recensioni presenti in ‘Le frasi più belle dei Libri…’ esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.