“Scrivere è un mestiere pericoloso” – Alice Basso

Un'indagine per Vani Vol.2

0
42
scrivere

AUTORE: Alice Basso
TITOLO: Scrivere è un mestiere pericoloso
EDITORE: Garzanti
DATA USCITA: 12/05/2016
GENERE: Narrativa gialla

TRAMA – Scrivere è un mestiere pericoloso

La sua nuova sfida è creare un ricettario dalle memorie di un’anziana cuoca. Un’impresa ardua, quasi impossibile. Perché Vani non ha mai preso una padella in mano, e non le è chiarissimo il significato di parole come scalogno o topinambur.

Ma inaspettatamente, mentre esegue l’incarico con il conforto morale di un gourmet come il commissario Berganza, una rivelazione cattura il suo interesse: la cuoca confessa un delitto.

Un delitto che riguarda una delle famiglie più in vista di Torino, e che per la cronaca ha un altro colpevole.

Berganza abbandona i fornelli per indagare, e adesso è lui ad aver bisogno di Vani, del suo dono che le permette di osservare le persone e scoprirne i segreti più nascosti.

Eppure la strada che porta alla verità è lunga e tortuosa. A volte la vita assomiglia a un giallo, piena di falsi indizi: solo l’intuito di Vani può smascherarli.

Scrivere è un mestiere pericoloso


FRASI

Si goda la vita, Sarca. Non è sempre pericoloso. A volte esistono gli imprevisti, e possono essere piacevoli.

Alice Basso, Scrivere è un mestiere pericoloso
_____

Non so lei, ma io, finché una cosa non l’ho capita per bene, non riesco a metterci una pietra sopra.

_____

…ritengo che chi predica il perdono incondizionato non sia semplicemente mai stato arrabbiato a sufficienza.

_____

…una decisione presa è una decisione presa. La vita è troppo breve per rileggere lo stesso libro, specie se sai già che finisce di merda.

Alice Basso, Scrivere è un mestiere pericoloso

_____

Odio il potere che hanno gli eventi di plasmare le persone. Dovremmo riuscire tutti a farci scivolrae le cose addosso.

_____

Ma l’eroismo vero è fronteggiare tutti i giorni quelli che ti è socialmente proibito considerare i cattivi e non trasformarla ogni istante in una guerra, ecco cos’è.

_____

Per come la vedo io, l’obbligo morale spesso sfora nel volontariato, e lo sbattersi senza ricompense a sua volta spesso sfora nella rottura di coglioni.

Alice Basso, Scrivere è un mestiere pericoloso
_____

Non esiste aggressore che non si ritrovi addosso, seppur in minima parte, le tracce dell’aggredito. Non esiste vittima che non marchi il carnefice. Non esiste interazione che non lasci un segno anche su chi sembra non riportarne alcuno.
Il principio di Locard è alla base della moderna scienza dell’investigazione, ma, per quel che mi riguarda, è maledettamente vero anche nelle relazioni umane.

_____

Sembra che l’essere umano abbia spazio dentro di sé per un solo malessere alla volta.
In termini assoluti non so quanto possa dirsi un sollievo.

_____

Incredibile quando le cose che razionalmente sai benissimo ti si cancellino dal cervello quando sei travolto dalle emozioni. Neuroni contro ormoni: sempre una carneficina, e i buoni non vincono quasi mai.

Alice Basso, Scrivere è un mestiere pericoloso

_____

Al di là dei condizionamenti culturali che nel corso della storia ci hanno detto come dovessimo comportarci per essere accettati, dentro la nostra specie, da sempre, c’è questo seme di bellezza e perfezione che anela a germogliare. Cercate quello, aspirate a quello, non accontentatevi di nulla di meno, non giustificate nulla che non sia a quell’altezza. E se Dio vuole non dovrete mai pentirvi di una storia malata o di aver buttato via del tempo in qualcosa che non lo meritava. Anche solo un libro.

_____

La gente non vuole soltanto dirti cosa fare. La gente vuole la tua anima.

Alice Basso, Scrivere è un mestiere pericoloso

Un’indagine per Vani…la serie completa:

L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome
Scrivere è un mestiere pericoloso
Non ditelo allo scrittore
La scrittrice del mistero
Un caso speciale per la ghostwwriter


RECENSIONI

Vani Sarca, la nostra protagonista, è una ghostwriter, una scrittrice che non mette la “faccia” in ciò che fa, mette esclusivamente la sua penna.

Ha un carattere non particolarmente aperto al mondo, ha una franchezza da far invidia a qualsiasi individuo, una lingua tagliente e una capacità di scoprire i profili psicologici eccezionale.

Ma quando si tratta dei suoi sentimenti, be’ non sempre è facile capire ciò che accade dentro, e questo la manda in confusione; per cui la prima reazione è ricacciare in un angolo remoto della sua testa qualsiasi cosa abbia a che fare con il suo cuore.

Non ha fatto i conti però con l’esterno, perché qualcuno le sta scalfendo il cuore e in contemporanea qualcuno ha deciso di tornare…

Alice Basso con questo è al secondo libro della serie, ma non necessariamente deve essere letto dopo “L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome”, ha fatto in modo che questi libri si possano leggere in “autonomia” senza dover per forza leggerli tutti.

Tuttavia…vi sfido a leggerne uno e a fermarvi.
Bisogna fare particolarmente attenzione a questa scrittrice perché crea dipendenza. Una volta terminato il suo libro ho ordinato tutti gli altri della serie.

[©anysbook]

Alice Basso, Scrivere è un mestiere pericoloso

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.